giovedì 1 dicembre 2011

UN ATTIMO


Avevo appena terminato un esercizio di yoga e, nel rialzarmi in posizione seduta, i miei occhi hanno incontrato la fiamma della solita candela rossa che è sempre accesa nel momento della lezione.
E' stato un attimo.
Mi sono rivista con i miei fratelli nei pomeriggi in cui saltava la corrente e mio padre al buio andava a cercare le candele nel cassetto.
Restavamo seduti attorno al tavolo a contemplare la danza delle fiammelle.
Era un attimo. Un attimo magico.

10 commenti:

  1. davvero un attimo di fuoco! anche io ricordo i momenti in cui andava via la luce come momenti molto particolari...mi sembrava di vivere in un'altra dimensione....occhi di bimba:) mp

    RispondiElimina
  2. Belli sempre questi deja vù (spero si scriva così) , specialmente se ti riportano all'infanzia ... io mi ricordo molto poco, sono rinco già da ora , figuriamoci a 62 anni :))))) ciao Carla M

    RispondiElimina
  3. Marianetti dimenticato pwd :-)9 dicembre 2011 09:51

    Praticavate lo yoga già allora?

    RispondiElimina
  4. Quando se ne và la luce è quasi sempre un momento magico...Sopratutto quando dura poco e non ti si scongela la spesa...;)
    Però...lo yoga è sempre una esperienza unica...;)
    Carpelasaggia!

    RispondiElimina
  5. sì..ma un attimo che dura un'eternità, dove sei???? ti abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  6. MPT
    i ricordi dei bimbi sono i più belli ... chissà i miei cosa ricorderanno :)

    RispondiElimina
  7. MARION
    perchè proprio 62?? :) ciao!

    RispondiElimina
  8. MARIANETTI
    a proposito di ricordare :)
    probabilmente lo praticavamo senza saperlo :)

    RispondiElimina
  9. CARPEDINE DEL MIO CUORE :)
    donna saggia! più che saggia!!! :)*

    RispondiElimina
  10. TAM (che pure tu scomparisti nel nulla)
    ho la nausea da blog :) passerà prima o poi! smack!!!!!!

    RispondiElimina